giovedì, dicembre 15, 2005

Bomber ?

Gyan Asamoah: un’ascesa inarrestabile

by FIFAworldcup.com

Foto qui

In Italia, Gyan Asamoah è considerato ancora un giocatore acerbo. Nel 2004 ha iniziato il suo apprendistato con il Modena, formazione che milita in Serie B, e si sta facendo per entrare nel calcio che conta. Ma a livello internazionale si è già fatto notare e ha dimostrato di imparare in fretta.

Quest’anno Gyan ha segnato cinque gol con la nazionale ed è a caccia di un posto da titolare ai prossimi Mondiali di Germania.

La fama di goleador dell’attaccante cresce di partita in partita. La prova più evidente si è avuta lo scorso novembre, quando il Ghana ha giocato il suo primo incontro post qualificazione a Jeddah contro l’Arabia Saudita. Il Ghana, privo di alcuni giocatori importanti, si è imposto con un perentorio 3-1 e Gyan è stato autore di una sensazionale doppietta. Il giorno seguente alcuni quotidiani locali hanno titolato: “No Essien, No Appiah, No Problem" in riferimento all’entusiasmante vittoria.

"Possiamo fare ancora meglio," ha dichiarato Gyan il giorno del suo 20esimo compleanno. E non possiamo fare altro che credergli. Nel corso della prima stagione in prestito al Modena, Gyan ha siglato sette reti. Quest’anno è a quota tre reti in otto gare. I suoi rapidi miglioramenti saranno graditi all’Udinese, la società che ne detiene il cartellino e che la prossima stagione ne riscatterà la proprietà.

Per il 20enne centravanti, giocare sembra un divertimento continuo. È il prototipo dell’attaccante africano, rapido e implacabile sotto porta, dotato di un fisico possente in grado di scardinare anche le difese più arcigne. Tutte queste qualità fanno ben sperare per il futuro.

Un’altra sua caratteristica è la capacità di sfoderare prestazioni magistrali in situazioni di grande pressione, come dimostrano i suoi gol. Ora che è iniziato il conto alla rovescia per i Mondiali, non nasconde l’ambizione e la fiducia nei propri mezzi. "Ci attendono due tornei importanti, la Coppa d’Africa in Egitto e i Mondiali in Germania. Vogliamo entrare nella storia. Quest’anno non festeggeremo neanche il Natale, perché dobbiamo allenarci. Vogliamo fare bene”, ha affermato.

Quando Gyan fece il suo esordio con le Black Stars mancavano cinque giorni al suo 18esimo compleanno. Fu convocato da Ralf Zumdick all’inizio delle qualificazioni al Mondiale e debuttò nel match d’andata contro la Somalia. Dopo neanche cinque minuti da quando era sceso in campo, aveva già impreziosito il suo esordio con un fantastico gol.

Durane la fase a gironi delle qualificazioni ha segnato l’importantissimo gol del pareggio contro l’Uganda a Kampala nel giugno 2004; un gol che ha salvato il Ghana da un'imbarazzante e demoralizzante sconfitta. A segno anche contro la Repubblica Democratica del Congo fuori casa e nell’ultima partita contro Capo Verde, grazie alla quale le Black Stars hanno conquistato la storica qualificazione alla Coppa del Mondo.

Gioca a suo vantaggio anche il fatto di avere già fatto esperienza in tornei internazionali di grande livello. Nel 2004, Gyan ha partecipato ai Giochi Olimpici di Atene disputando tre partite. Viste le sue ultime prestazioni, non è azzardato affermare che durante la fase finale dei Mondiali potrà regalare numerose soddisfazioni ai tifosi ghanesi.