mercoledì, dicembre 14, 2005

Il caso

Atto primo.
Articolo della Gazzetta che riprende un'intervista rilasciata da Dabo a France Soir
''Di Canio mi hai stufato''

''Ne ho abbastanza di questi fascisti. Sono una minoranza tra i tifosi della Lazio, non piu'
di due o tremila, ma sono piu' in vista. Io non vado mai a salutarli, non li considero neppure. La cosa peggiore e' che scandiscono canti in mio onore e questo prova quanto siano stupidi. La maggioranza dei nostri tifosi sono migliori. Certi, infatti, vengono addirittura a scusarsi con me per l'atteggiamento di quegli estremisti''.

Su Di Canio: ''Tutti conoscono l'ideologia di Paolo Di Canio, visto che non la nasconde neppure, ma io non gli parlo piu' e faccio bene. Sa cosa penso di lui e devo dire che mi sono rotto le palle di giocare con uno come lui. La cosa piu' sconcertante e' che poi fa pure il simpatico con noi, giocatori di colore. Mi ha anche invitato a casa sua e questo mi mette in difficolta' perche' non so piu' cosa pensare. Non posso neanche prendermela con lui, ma prima o poi dovremo confrontarci sull'argomento''.

Sul saluto a Livorno: ''Oggi tutti ne parlano ed ho proprio l'impressione che sia proprio quello che si cerca. Sono sicuro che Di Canio si giustifichera' con me dicendomi di aver fatto un saluto romano e non nazista, come accadde la prima volta''.

atto secondo

DICHIARAZIONI DI OUSMANE DABO
"Le dichiarazioni che mi sono state attribuite dal quotidiano francese France Soir non rispecchiano il mio pensiero, nè su Di Canio nè sui tifosi biancocelesti. Quel saluto fatto da Paolo domenica scorsa a Livorno è stata la sua risposta agli insulti subiti prima e durante la partita. A Paolo voglio bene e di questi temi abbiamo parlato spesso. Io non sono d’accordo con le motivazioni politiche che sono state attribuite a quel saluto e sono convinto che la politica debba restare fuori dagli stadi, dalle curve e dai campi di gioco. I calciatori, tutti i calciatori, meritano rispetto come persone e come professionisti e i tifosi devono sentirsi uniti soltanto dall’amore per i colori della propria squadra. I tifosi della Lazio sono straordinari e impagabili, comunque la pensino da cittadini e da elettori".

Atto di vigliaccheria

E siccome ieri Lotito ha attaccato i gironalisti..qualcuno..che fa veramente schifo..
ha pensato di fargliela pagare...
che schifo..che schifo...Il mio schifo è legato a come chi ha pubblicato la notizia sul sito de La Repubblica ha dolosamente omesso la seguente frase che sarebbe stata detta al giornalista di France Soir:
*La maggioranza dei nostri tifosi sono migliori.
Certi, infatti, vengono addirittura a scusarsi con me per l'atteggiamento di quegli estremisti*


Vergogna al giornalista...vergogna !!!