sabato, dicembre 17, 2005

Il significato delle parole.

prevenzione:
1 il predisporre misure utili a evitare eventi dannosi: la prevenzione degli infortuni ' misure di prevenzione, (dir.) provvedimenti giudiziari adottati nei confronti di persone pericolose per impedirne eventuali attività antisociali; (med.) l'insieme degli interventi igienico-sanitari che hanno lo scopo di evitare l'insorgenza e la diffusione delle malattie
2 disposizione d'animo ostile verso qualcuno o qualcosa che non si conosce direttamente o a fondo; preconcetto, pregiudizio: ha delle prevenzioni nei miei riguardi; giudicare senza prevenzioni.

negli ultimi anni si è molto discusso a proposito di questo termine per l'uso che ne è stato fatto da qualche guerrafondaio bugiardo, che ha approfittato del doppio significato di questo termine per stemperare le tensioni ed aggirare l'eventuale utilizzo di una macchina della verità: il popolino ha creduto si trattasse del primo significato mentre in realtà era il secondo. lo stato d'animo ostile era evidente; meno giudicare utile al fine di evitare danni una guerra, l'evento che crea in assoluto più danni di tutti gli altri.
ieri ho sentito il ministro storace associare la parola prevenzione all'aborto: "ci sono stati 4 milioni di aborti. significa che se avessimo fatto prevenzione e fosse riuscita per un 10% oggi ci sarebbero 400000 nati in più". non mi tornano i conti: l'unica prevenzione possibile riguardo all'interruzione di una gravidanza evidentemente indesiderata è la non gravidanza; quella di cui parla storace si chiama opera di convincimento. ho quindi avuto un'altra idea: fare opera di prevenzione anche su aspiranti suore, monache, preti, frati et similia. se riuscisse per un 10% avremmo un buon numero di possibili genitori in più.

che anche il nostro ministro abbia giocato sul doppio significato della parola?

Se un nuotatore ci mette dieci ore ad attraversare lo stretto di Messina, quanto tempo ci metterebbero dieci nuotatori?
Un'ora, direbbe Storace.