lunedì, dicembre 19, 2005

Livorno: Spinelli `Il sogno si sta realizzando`

Il Livorno continua a sognare. Quinto posto in classifica, gol e bel gioco: merito dei giocatori ma non solo. Il presidente Aldo Spinelli, intervenendo a Radio Anch`io Sport su Radiouno, spiega i punti di forza della sua squadra, davvero sorprendente: `Quest`estate abbiamo investito molto prendendo bravi giocatori che ci hanno dato forza e determinazione. Il nostro punto debole era il centrocampo, abbiamo preso Morrone, Colucci, Lazetic che ci hanno arricchito, anche se i due nostri `gioielli` sono Cristiano Lucarelli e Amelia: il primo poteva andare via ` ammette Spinelli `avevamo offerte per lui dall`Inghilterra e dal Monaco ma abbiamo resistito a molti milioni di euro perche` lui e` la nostra bandiera. Tutti e due, noi e lui, abbiamo rinunciato a qualcosa perche` potesse restare. Anche il nostro portiere doveva andare via, ma la societa` ha sempre creduto in lui. Per quello che sta facendo merita certamente la Nazionale, sta facendo parate incredibili ed in piu` ha avuto una forte maturazione. La scorsa stagione era alla prima esperienza nella massima serie, bisognava dargli fiducia e cosi` abbiamo fatto `. Tornando al campionato il presidente Spinelli si gode questo momento, davvero fantastico: `Il nostro sogno si sta realizzando ` dice `ma non c`e` nessun segreto particolare. Vent`anni fa ho cominciato a frequentare il mondo del calcio, io ho solo portato un po` esperienza in questa bellissima avventura `.

Spinelli paragona il tecnico Donadoni ai grandi allenatori del passato, come Osvaldo Bagnoli, e a quelli del presente, come Fabio Capello: `Sono nel calcio dal 1985, ho preso tante fregature e l`esperienza mi e` servita tanto ` continua il patron amaranto a Radio Anch`io `quando ho mandato via Mazzarri tutti credevano che avessi sbagliato di grosso. Invece con Donadoni ho fatto la scelta giusta. Lui ha molto di Capello e di Sacchi, ma anche di Bagnoli perche` come lui riesce a gestire al meglio lo spogliatoio. Puntare all`Europa? Siamo senza Palladino da due mesi, che e` uno dei migliori talenti del nostro calcio e che purtroppo e` fermo. Quello che non dobbiamo fare e` perdere la testa, adesso abbiamo partite difficilissime `. Mercoledi` a Livorno arriva il Milan: `Voglio dire al nostro pubblico di rispettare la societa` e i dirigenti avversari. Sul campo cercheremo di mettere grinta e forza anche se i rossoneri sono fortissimi. Purtroppo il presidente Ciampi non sara` allo stadio per motivi di lavoro, ma mi fa piacere che lui ci guardi sempre e faccia il tifo per noi `.

da yahoo.it