venerdì, dicembre 16, 2005

Speciale Coppe

La Samp cade all'ultimo ostacolo
I liguri già pregustavano la qualificazione ai sedicesimi Uefa, quando un gol di Jemaa, a tempo scaduto, ribalta risultato e situazione. Nel primo tempo a segno Thomert e Flachi
Assou-Ekotto contro Diana. Afp
LENS (Francia), 15 dicembre 2005 - La Samp è fuori. Nell'unica vera occasione concessa al Lens nella ripresa, un gol di Jemaa condanna i liguri al 2-1 finale e all'esclusione dall'Europa. I gol: nel primo tempo passano in vantaggio i padroni di casa con Thomert al 10', recupera Flachi al 24', quindi Jemaa, entrato da pochi minuti, sigla la rete decisiva al 46' della ripresa. Si ferma a sei la striscia positiva della Samp in Europa, mentre il Lens conferma di non poter pareggiare quando ospita squadre italiane nelle Coppe: o vince o perde.
Contro i giganti di Lens, la Samp punta sull'agilità e il dinamismo della sua banda Bassotti. Una mossa che riesce solo in parte, ma quando i liguri premono sull'acceleratore trovano immediato riscontro alla teoria. Non solo, riescono a creare varchi e spifferi nel coriaceo impianto francese, e talora a sfruttarli, quando Flachi, Volpi e Tonetto inseriscono la quinta. Così Bonazzoli fa da ariete di sfondamento, gli altri le fionde pronte a tendersi su ogni pallone spedito in avanti. Ma ci vuole un quarto d'ora buono perchè la Samp entri in gara e faccia proprio questo atteggiamento.
Nel frattempo i francesi hanno già sfiorato il gol con Dindane (ma un supremo Castellazzi dice no) e hanno trovato il vantaggio con Thomert al 10', su incauto retropassaggio di Volpi e scivolone di Sala. Il centrocampista con un tocco d'interno sinistro supera Castellazzi con un pallonetto dal limite. La Samp accusa il colpo, il Lens tenta di approfittarne, poi però la musica cambia. A trovare il disco giusto è la banda Bassotti di Novellino, che limita il raggio d'azione dei temibili attaccanti francesi, avanza il suo baricentro, e carica le fionde con Bonazzoli perno avanzato a far da corazziere.
Il gioco offensivo torna a fluire, ora è il Lens che deve guardarsi le spalle. E infatti, al 24', è la Samp a trovare la via del pareggio: una sponda di testa di Bonazzoli è sfruttata al meglio da Flachi, autore di un gran tiro al volo d'esterno sinistro dal limite. Nel finale della frazione entrambe le squadre potrebbero passare in vantaggio (ancora Castellazzi sugli scudi), e invece si riparte dall'1-1, nonostante un palo colpito a tempo scaduto da Flachi, complice una deviazione del portiere Itandje.
Nella ripresa la gara resta aperta e vivace, con entambe le squadre lucide e determinate. Le occasioni da gol nitide sono poche, ma nessuna delle due contendenti rinuncia a spingere: il Lens per necessità, la Samp perchè ha capito che la sola difesa non può reggere la forza d'urto francese. Flachi viene toccato duro e deve uscire, sostituito da Borriello. Ma i liguri non mollano un metro, alternandosi fra una attenta fase difensiva, talora in dignitosa sofferenza, e ficcanti proiezioni offensive, non appena si presenta l'occasione di ribaltare l'azione. Finchè, a tempo scaduto, Jemaa indovina la mossa, toglie alla Samp una promozione che aveva sin lì dimostrato di meritare e regala ai suoi un insperato passaggio del turno.
Livia Taglioli

Complimenti comunque a Novellino e ai suoi giocatori per quanto hanno dimostrato di valere. Partita ben giocata e persa per pura sfortuna.