giovedì, gennaio 12, 2006

Abballiamo ancora ?

col caciucco si puo'...
Qui !!!

Ce manca Breznev poi ce so' tutti...ma vaffangu'!!!

9 Comments:

Anonymous Carmendgl11 said...

ehmmmmmmmm, non zo come dirtelo.... cioè, ecco, vedi....... io detesto l'aceto.......

10:10 AM  
Blogger Fondazione Bonarda said...

L'aceto deve essere aceto e soprattutto ci deve essere.
Preferibilmente ovunque.
Ma questi sono gusti personali.

L'insalata senza aceto, solo col sale e l'olio, è paragonabile alla pasta senza sale, alla distorta personalità di chi pasteggia col the, di chi beve la birra con la cannuccia et similia.
L'aceto è aceto, ci deve stare, forte, asprigno, un soffio prima dell'acidulo, deve far drizzare i peli sulle braccia, deve far "impallidire" le labbra, deve aggredire dolcemente la gola. L'aceto è poesia, è cultura, è storia, eco delle valli appenniniche, richiamo di nebbia e gelate, stilettata ambrata a richiamare il fresco intagliato nel vento di un tramonto estivo, è arpeggio, è la corrente cristallina di un riale di montagna, è il sapore del sesso sulla bocca, è la pojana che artiglia un topolino, è il blu del cielo prima di sedersi sotto un pergolato, è l'ultima storia prima della buonanotte, con la bocca impastata di risate, vino, promesse.
L'aceto è una delle cose più buone.
Deve stare di default nell'insalata; anzi, ce ne deve stare a litri, a ettolitri, la lattughetta deve galleggiare spaurita nell'aceto, il radicchio deve stare con le chiappe strette...
Al limite bisogna limitarsi nelle quantità quando l'insalita mista prevede anche il pomodoro; infatti quest'ultimo mal si concilia col nobile aceto, tanto che l'insalata di pomodori non va assolutamente innaffiata d'aceto, anzi, in quel caso, e solo in quel caso, un filo d'olio e una spolverata di sale bastano e avanzano.
E guerra all'aceto balsamico, ché il vero balsamico neanche ce lo sognamo.
Balsamico, un nome da truffa, un nome che è truffa, dolciastro, melenso, surrogato di passione.
L'aceto balsamico è come il vino barricato, ovvero un preservativo al gusto di fragola tra noi e la vita.

10:24 AM  
Anonymous Carmendgl11 said...

e se ti dico che adoro il vino barricato ti viene un colpo????
è più forte di me adoro il profumo del legno che ti invade.
trasalgo quando il gusto pieno e intenso si appoggia alle labbra e si espande........
Ma i gusti son fusti...

11:10 AM  
Blogger Fondazione Bonarda said...

se se parla de un Castel de Milmanda o un fattorie d'ama ce po' sta'...

11:39 AM  
Anonymous Carmendgl11 said...

si parla di uno Chardonnay australiano.

11:58 AM  
Blogger Fondazione Bonarda said...

sti cazzi..de australiano potemo giusto
accetta' er Malbec..

12:03 PM  
Anonymous Carmendgl11 said...

ahhhhhhhhhh provare per credere

12:17 PM  
Anonymous Carmendgl11 said...

già.
dovremmo riaprire il circolo Zecondo me.......

12:21 PM  
Blogger Fondazione Bonarda said...

mozzicare la bonazza pe' credere..bella foto di gruppo nel tuo blog..

12:21 PM  

Posta un commento

<< Home