martedì, gennaio 17, 2006

Calciatore e Teofilo. Seconda parte


Con la Nazionale Peruviana la sua avventura comincia nel 1970.
Io ricordo questo Peru', questi giocatori che per anni, puntualmente ad ogni mondiale,mi ritrovavo sul relativo album delle figurine.
E i visi non cambiavano mai. Erano sempre quelli. Non invecchiavano finche' non si venne a sapere che molti /Cubillas per primo/ baravano sull'eta'.
Un po' giocolieri un po' mercenari , si compiacevano fin troppo delle proprie capacita' alternando incredibili prestazioni a pessime figure internazionali ( forse, dico forse, previamente concordate). Vero signor Quiroga ? Ma di questo portiere e delle cose incredibil che faceva ne parleremo in un altro speciale.
Comunque ritorniamo a Teofilo Cubillas e a Waldir Pereira Didi' che ai tempi coach della nazionale peruviana volle fortissimamene in squadra il giovane di Ponte Petra e Il ragazzo lo ripago' segnando 5 reti durante Mexico 70.
Cubillas e company si trovano in un girone composto da RFT, Marocco e Bulgaria.
Con i bulgari finisce 3 a 2 , eppure dopo 49 minuti la squadra di Didi- era sotto di due reti ma in 23 mintui il risultato fu ribaltato grazie a Gallardo, Chumpitaz e Cubillas.
Decisamente meno impegnativa la partita successiva. Il Marocco venne travolto 3 a 0. Tre reti, tute nel secondo tempo e nel giro di 23 minuti. Stavolta Teo ne fa due inframezzate dal 2 a 0 di Challe.
Con il secondo posto del girone eliminatori in tasca la terza partita e' contro i mostri sacri della Germania Ovest.
Tre reti di Gerd Muller per i tedeschi e ancora Cubillas per il Peru'.
Nonostante la sconfitta il turno e' passato.
Putroppo l'avventura in Messico si esurisce con l'incontro successivo dove il Brasile vince 4 a 2 con doppietta di Tostao e poi Rivelino e Jairzinho. In gol per i peruviani ancora una volta Cubillas e poi Roberto Challe.

Continua...

Effe Lipper per Fondazione Bonarda