mercoledì, gennaio 11, 2006

Coppa Italia

Questa volta per rifilare tre sberle alla Fiorentina e chiudere gli ottavi di finali le sono sufficienti 21 minuti: quando Mutu di piatto supera per la terza volta Frey, la certezza su chi avrebbe passato il turno si impossessa del Delle Alpi. Il rigore del 4-0 di Del Piero, poi, serve solo ad aggiustare le statistiche, ritoccare i numeri e dare maggior corpo ad una superiorita' a tratti imbarazzante. Le due reti iniziali, invece, Alex le aveva segnate con una splendida girata dal cuore dell'area e con una punizione delle sue. Inutile a meta' ripresa il colpo di testa vincente di Bojinov che fissa il risultato sul 4-1. La partita si trascina infatti con un accademico palleggio bianconero, interrotto solo dalle scaramucce tra Toni e Vieira.
da yahoo.it

ma io volevo parlare del nervosello Cannavaro


Giustamente incazzatissimo con Toni per la brutta entrata su Vieira, piede a martello intenzionale sulla caviglia. Ha ragione, bravo. Capello chiede le scuse al giocatore. Giustissimo.

Sull'entrata a forbice fatta per spaccare Behrami, per la quale lo svizzero resta fuori fino a febbraio, invece, niente scuse. Non l'aveva fatto apposta. Già, perché uno come Cannavaro non sa portare il gesto, ma gli scappa il calcione, come fosse un Wome qualsiasi.

cannavaro..vaffanculo.