mercoledì, gennaio 25, 2006

Cosmos...la leggenda del soccer/seconda puntata


In piedi da sin: Charlie McCully, Karol Kapcinski, Randy Horton, Jhon Young, Rudy Pearce, Conrad Kornek, Gordon Bradley, Andy Mate, Jan Steadman, Loyos Hasekidis, l'allenatore Bob Ritcey. Accosciati: Alan O'Neill, Radi Mitrovic, Jorge Siega, Barry Mahy, Emanuel Kofie, Siggy Strizl, Jaime Delgado, Horst Meyer, Silvano Borrelli. Nella foto della rosa del 1971 manca il solo Willy Mfum.

Ogni sport presenta una squadra che rappresenta la gloria del gioco. Anche in ogni Lega Americana esiste un team che é visto tradizionalmente quale simbolo di successo.

Nel baseball ci sono i New York Yankees. Basketball e hockey possono riflettersi nei grandi Boston Celtics e nei Montreal Canadiens, e i Green Bay Packers sono tutt'ora visti quali gli ultimi grandi campioni del football americano. Similmente, nel soccer americano, una squadra é considerata il p;unto di riferimento rispetto al quale tutte le altre squadre vengono giudicate: i New York Cosmos.

In 14 stagioni, i Cosmos hanno dominato i campionati della North American Soccer League, vincendo 5 titoli, perdendo in finale una volta, e arrivando alle final four altre quattro. Basti pensare a questo: i Cosmos arrivarono al top del campionato in 10 campionati su 14, stabilendo praticamente ogni record di squadra e personale della NASL.

Ma i Cosmos non erano famosi semplicemente perché vincevano.


Essi rappresentavano il piú grande gruppo di campioni mai messo insieme da un team in cosí poco tempo. Tra il 1976 e il 1983, i tifosi dei Cosmos hanno potuto ammirare, in vari momenti, leggende viventi quali Pelé, Franz Beckenbauer, Giorgio Chinaglia, Johan Neeskens, Carlos Alberto, Roberto Cabanas, Julio Cesar Romero, Vladislav Bogicevic, e dozzine di altre stelle di ogni nazione, con i colori bianco-giallo-verde-blu. New York inoltre annoverava alcuni dei migliori giocatori della storia degli Stati Uniti d'America, quali Ricky Davis, Bobby Smith, Jeff Durgan, Bob Rigby, Shep Messing, e Steve Moyers.

I Cosmos non vinsero mai la U.S. Open Cup o la Coppa CONCACAF, ma solo perché non vi parteciparono mai . Invece, il team affrontó alcune delle migliori squadre del mondo, quali Santos, Bayern Monaco, Lazio, Barcellona, Flamengo, e persino nazionali (Paraguay, Giappone, Grecia, Brasile, Corea del Sud, etc.), uscendo la maggior parte delle volte vincitore.


Fortunatamente, dopo la scomparsa della NASL nel 1986, il professional soccer é rinato negli USA, con la Major League Soccer. Incredibilmente, nessun team ha fatto un passo per riprendere il nome e il logo dei New York Cosmos sí da portare avanti la storia e la tradizione di successi questa incredibile squadra.

Attualmente New York é rappresentata dai NY/NJ Metrostars. Dal 2004 pero' i Metrostars rappresentano il solo stato del New Jersey. E manca una squadra per NY.

Continua....

Kubba per Fondazione Bonarda