sabato, gennaio 28, 2006

Florian Albert il Pallone d'oro 1967


(L'Ungherese che incantò il Maracanà)

Nato a Hercegszanto (Ungheria) il 15 settembre 1941
Centravanti: altezza 181 cm, peso 72 kg

In campionato: 351 presenze e 256 gol con il Ferencvaros.

In nazionale: 75 presenze e 31 gol.

Palmares: quattro campionati, una coppa nazionale e la coppa delle Fiere con il Ferencvaros, con la nazionale ungherese medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Roma nel 1960 e terzo posto agli Europei del 1964, Pallone d'Oro nel 1967 e capocannoniere ai Mondiali nel 1962 in Cile

Florian Albert è stato l'ultimo grande campione prodotto dalla scuola ungherese dopo Bozsik, Czibor, Kocsis, Hidegkuti e Puskas, tanto da meritarsi nel 1967 il premo del Pallone d'Oro, quale miglior calciatore del continente.

Nato in un piccolo villaggio a 200 km a sud della capitale, nelle cui strade aveva imparato a giocare, entra in tenera età nelle giovanili del Ferencvaros e il 2 novembre del 1958, a soli 17 anni, debutta nella massima serie.

Centravanti classico del Ferencvaros e della nazionale ungherese per tutti gli anni sessanta, Albert ha segnato 256 gol in 351 partite con il Ferencvaros, 31 reti in 75 partite con la maglia della nazionale.

Albert è stato un attaccante molto veloce e tecnico, grande opportunista e ottimo nel creare spazi anche ad altri suoi illustri colleghi.

Dallo stile elegante e dalla tecnica brillante, era il leader di una nazionale, l'Ungheria, non più eccelsa ma ancora capace di superare per 3-1 il Brasile giocando la miglior partita del mondiale d'Inghilterra. E Albert, simile in tutto al grande Hidegkuti, era il regista di quella squadra, regista che operava dalla posizione di centravanti arretrato, per lanciare i compagni come Farkas e Bene: Albert mise lo zampino in tutte le tre marcature, e addirittura, nell'ultima si prese il lusso di dribblare tre brasiliani prima di servire il compagno che scaricò in rete.

Il 9 novembre 1968, con la maglia del Resto del Mondo, Albert riuscì perfino ad incantare il pubblicò del Maracanà di Rio de Janiero e il Flamengo corteggiò a lungo il fuoriclasse ungherese. Ma il matrimonio con la bellissima attrice Eva Balint e il regime comunista impedirono di fatto che Albert si trasferisse in Brasile.

In Ungheria ha vinto 4 scudetti, una coppa nazionale e una coppa delle Fiere. Con la nazionale ha conquistato la medaglia di bronzo alle Olimpiadi del 1960 ed il terzo posto agli Europei del 1964.

Nella stagione in cui gli venne attribuito il Pallone d'Oro Albert segnò 28 gol in 27 partite di campionato.

Classifica Pallone d'oro 1967

1° Florian Albert (Ungheria, Ferencvaros, 68 punti)
2° Bobby Charlton (Inghilterra, Manchester, 40 punti)
3° Jimmy Johnstone (Scozia, Celtic, 39 punti)
4° Franz Beckenbauer (Germania, Bayern di Monaco, 27 punti)
5° Eusebio (Portogallo, Benfica, 26 punti)

Giudizio Fondazione Bonarda...100 volte meglio di Luca Toni!!!


Effe Lipper per Fondazione Bonarda