martedì, gennaio 10, 2006

Ner senzo...

Radiocor - Milano, 09 gen - Il premier Silvio Berlusconi avrebbe sanato con il pagamento di 1.800 euro la sua posizione fiscale da decine di milioni di euro dal 1997 al 2002, avvalendosi della legge 289, varata nel 2002. E' quanto emerso nell'inchiesta sui presunti fondi neri versati da Mediaset per la compravendita di diritti tv, che e' attualmente davanti al giudice per le udienze preliminari, Fabio Paparella. Il riscontro e' emerso a fronte della richiesta presentata il 15 dicembre dello scorso anno dall'Agenzia delle Entrate che aveva chiesto che ne fosse messa a disposizione la documentazione dell'inchiesta al fine di procedere ad accertamenti fiscali. Tale documentazione non e' stata utilizzata a fronte appunto dei pagamenti integrativi (sarebbero due, uno di 1500 e uno di 300) effettuati dal contribuente Berlusconi.


Però è stato moooolto più onesto di D'Alema.
Berlusconi dico.

Per pagare non ha chiesto niente alla Popolare di Lodi.
Magari ha stetto la cinghia, ma non ha voluto mischiare affari personali e politica.

Quasi quasi lo rivoto.