sabato, febbraio 25, 2006

Il Giaguaro


Luciano Castellini

* Nascita: Milano il 12/12/1945
* Ruolo: Portiere, altezza: m.1,80 peso: kg.80
* Squadre: Monza, Torino, Napoli
* Torino : 201 presenze, Campione d' Italia 75/76, 1 Coppa Italia
* Nazionale: 1 presenza

Luciano Castellini, portiere del Torino. Tra i più grandi, tra i più forti, tra i più.. tutto. Giaguaro, per tutti noi Luciano é Giaguaro Castellini. Agile, scattante, impavido, fortissimo, coraggioso, emotivo, spettacolare. Giaguaro feroce, determinato in campo, timido, riservato fuori. Il Giaguaro ama la sua pace, la sua giungla, il Giaguaro sa quando volare su un avversario, sa quando tirare fuori gli artigli. E Castellini era così: un giocatore del Borussia alzato di peso e sbattuto fuori dalla propria area, lacrime, lacrime al 90' di Torino-Cesena per uno scudetto appena vinto, il cuore.. L' immenso cuore di Luciano. Guardare Csstellini negli occhi e capire quanto poteva soffrire dentro, quanto poteva gioire dentro..Guardare come parava il Giaguaro.. I suoi voli, bellissimi, le sue uscite, kamikaze granata, la tua anima, il tuo cuore, ProfondoGranata


..Ragazzino dell' Inter
Luciano Castellini, piccolo tifoso interista, inizia la propria carriera nell' Inter Club di Menaggio, quindi nel 1965/66 arriva al Monza dove gioca per cinque anni. Diventa titolare biancorosso nel 1968/69 e il suo esordio, i suoi inizi sono straordinari.. Piccolo Giaguaro cresce..
Diventa il Giaguaro..
Nel Monza incontra Gigi Radice e Radix lo responsabilizza, crede nel Giaguaro, lo fa giocare e Castello sbalordisce tutti. Pianelli offre più degli altri, Luciano Castellini difende la porta granata.. Al Monza 218 milioni di lire. Esordio il 27-09-1970, Torino - Foggia 1-1. La gente granata lo ama subito. Castellini gioca per il Toro, Castellini é del Toro. Portiere spettacolare, miracoloso, fantastico e forte, stupendamente forte. Ragazzo sensibile e spietato tra i pali. Luciano diventa per tutti il Giaguaro. Vince la Coppa Italia, il campionato 75/76, conosce la Coppa dei Campioni, marchia i nostri ricordi..
Indimenticabile
Ci sono momenti che si imprimono per sempre nella nostra memoria, nel nostro subconscio. Castellini vola ancora davanti ai nostri occhi, le sue parate, il suo essere, il suo impegno scuotono ancora il cervello di chi lo ha vissuto. Luciano dopo otto anni va al Napoli dove conclude gloriosamente la sua carriera. Ci sono giocatori che consideri sempre tuoi.. Gli affetti si legano per sempre.. E il tuo estremo difensore ha sempre la stessa maglia verde, lo stesso numero 1, la stessa grinta, la stessa faccia.. la stessa gioia, il medesimo orgoglio vive nel mio cuore. Giaguaro, portiere grandioso, eternamente nostro, grazie.