martedì, febbraio 14, 2006

Liga..il Valencia a 6 punti dal Barcellona.


La Liga si è riaperta grazie ai gol di David Villa che con un 2006 da favola sta portando il Valencia a ridosso del Barca di Rijkaard.

La città di Barcellona si è svegliata questa mattina in una sorta di torpore, sudata come dopo un brutto sogno. Aperti gli occhi, però, gli abitanti della città catalana si sono accorti che è tutto vero, che dopo un anno e mezzo di dominio incontrastato il Barça di Rijkaard ha trovato finalmente una sfidante all"altezza, il Valencia di Quique Sanchez Flores, o meglio, il Valencia di David Villa.

Dopo essere caduti al Camp Nou sotto i colpi di Fernando Torres, gli azulgrana hanno fatto conoscenza loro malgrado con l'altro fenomeno della nuova generazione iberica che con un gol al 44' del primo tempo ha mandato in estasi il Mestalla riaprendo un campionato che sembrava aver trovato già il suo vincitore.

L'attaccante, nel post-partita, preferisce di non parlare del suo momento magico elogiando invece la squadra cui attribuisce un bel 10 come voto, la perfezione. Le imprese di Villa, però, sono sotto gli occhi di tutti: dal 15 gennaio, infatti, il puntero valenciano non si è praticamente fermato. Prima il gol del 2-0 all'Osasuna, poi la doppietta decisiva sul campo del Betis, il gol sovrumano contro il Deportivo al Riazor (destro all'incrocio da centrocampo!!!) e infine la rete ammazza-Barça, una serie incredibile che, oltre ai tifosi valenciani, fa sognare tutta la Spagna in ottica mondiale.

Il 23enne di Langreo, cittadina asturiana nei pressi di Oviedo, è l'uomo del momento, il tipo di attaccante che forse sarebbe servito a Mancini per dare un senso nuovo anche alla Serie A. Il Barcellona incassa e si tiene stretti i 6 punti di vantaggio, un margine comunque cospicuo, ma il fiato di Villa e Aimar lo sente eccome. Rijkaard spera che recuperando Ronaldinho, Messi e Deco (tutti assenti al Mestalla) la musica catalana torni ad essere perfetta, ma per ora al Camp Nou c'è solo tanta paura.

eurosport.it

2 Comments:

Anonymous bat said...

L'avvento del Valencia alle spalle del Barcellona è del tutto casuale: ricordo che il Valencia ha battuto il Deportivo la settimana scorsa con una rete assolutamente casuale realizzata da centrocampo, roba che se ci riprova 100 volte non lo rifà. Contro il Barcellona Villa ha segnato grazie ad un regalo di Victor Valdes; più che di momento magico parlerei di momento di culo stratosferico. Giova inoltre ricordare che il Barcellona si è presentato alla sfida del Mestalla privo di Ronaldinho, Messi, Deco e del solito Xavi e che Giuly s'è infortunato nel corso del primo tempo e Rijkaard ha dovuto sostituirlo; nonostante tutto ciò il Barcellona, nel secondo tempo, ha letteralmente dominato la gara, costringendo il Valencia nella propria metà campo e sprecando almeno tre nitidissime occasioni da gol con Larsson.
Certe partite, prima di commentarle, andrebbero viste...

10:08 AM  
Blogger Fondazione Bonarda said...

Anfatty !!!

1:05 PM  

Posta un commento

<< Home