mercoledì, marzo 08, 2006

Breve ritratto di Sergio Brighenti, bomber blucerchiato.


Il capocannoniere della stagione 1960-61
E’ un bomber ruspante, Sergio Brighenti, non raffinato nei fondamentali ma eccellente nello sfondamento. E’ cresciuto nel Modena quando declinava il fratello, prolifico bomber di provincia, e sembrava avviato subito ad una grande carriera: ingaggiato dall’Inter, chiuso da Lorenzi, dopo tre stagioni si ritrovò a ricominciare da capo nella Triestina, sempre in A, dove tuttavia le sue polveri parvero ormai bagnate. Lo volle con sé Nereo Rocco per il suo Padova, che riciclava gli scarti altrui e con la coppia Hamrin-Brighenti portò i biancoscudati e il “catenaccio” al terzo posto.

Passato alla Sampdoria in questa stagione, Brighenti ha segnato 27 reti in 33 partite.

Tornerà al Modena nel 1963 e chiuderà nel Torino, nel 1964-65, con un totale di 134 reti in 309 gare in serie A.